4.07.2011

I tormentoni estivi VS. le varie interpretazioni

L’Estate si avvicina sempre più e come il Sole si affaccia più prepotente tra le nuvole, ecco spuntare all’orizzonte la solita domanda intelligente che l’essere umano si pone rigorosamente ogni anno in questo periodo: 
“Chissà quale sarà il tormentone estivo di quest’anno?”.
Ed ecco apparire come per magia il solito pirla: «Vi ricordate quella che faceva… ?».
Comincia dunque la carrellata di canzoni più penose che si sia mai sentita. No, no, non fraintendetemi, non parlo delle canzoni in se, ma della compilation che il pirla ci canterà fino a che avrà fiato in gola. Generalmente si parte dal più recente.

«Qual’era quella dell’estate scorsa? Ah si, Waka, Waka» dice e parte in quarta, sculettando come un oca in calore.
Quello che in precedenza doveva essere:
Tsamina mina eh eh
Waka waka eh eh
Tsamina mina zangalewa
This time for Africa

Diventa:
Zamina mina eh eh
Waka waka eh eh
Zamina mina zangalewa
Zi zà for Africa

Cioè che l’unica strofa che poteva pronunciare e comprendere correttamente, la manda a puttane con un insulso Zi-zà che non c’entra un beato piffero con il resto della frase.
Ma non finisce mica qui eh!

«Oh, ma ve la ricordate quella delle Last Tomatos?».
Che già ha sbagliato il nome del gruppo.
Ecco la vera strofa:
Aserejè ja de jè de jebe tu de jebere
sebiunouva majabi an de bugui an de buididipi.
Aserejè ja de je de jebe tu de jebere
sebiunouva majabi an de bugi an de buididipi.

Ecco quella cantata da lui:
Assere eh ah eh-eh
eh-eh-eh tumelele desere nowamahami
ende bughi ande guighidibì

E va bene che non sono canzoni italiane, ma se non le sai abbi la cortezza di tacere.
Ma la carrellata non è ancora finita.
Testo originale:
Chiwawa here
Chiwawa there
Everybody wants it everywhere
Sing it loud
And life can be so easy

Testo autointerpretato:
Chiwawa dir
Chiwawa der
Everybody wan sa eviridey
You Then wa
Ai so li domiiiile
Chiwawa!

Testo originale:
mueve la colita mamita rica
mueve la colita

Testo autointerpretato:
Muove la colicchia icchia icchia
Muove la colicchia

Ma il gran finale, quello con il botto (nel senso che dopo questo lo accoppano) arriva con l’intramontabile e indimenticabile Macarena.

Testo originale:
Dale a tu cuerpo alegria Macarena
Que tu cuerpo es pa' darle alegria y cosa buena
Dale a tu cuerpo alegria, Macarena
Hey Macarena

Testo auto interpretato:
Balla tu bu uone mi Macarena
We de sa ba walemi Macarena
Balla tu bu walemi Macarena
Eeeeh Macarena!

Però diciamoci la verità, guardiamo in faccia alla realtà, qualche volta è capitato anche a noi d’inventarci le parole di qualche tormentone estivo. Siete sinceri con voi stessi, non c’è nulla di male a fare il pirla di tanto in tanto… ancor più perché pare che a volte gli ignari ascoltatori sembrano pure contenti.

6 commenti:

  1. ahahahahahah però hai dimenticato LA PUNTIDA!
    << paraparaparapaaa la PURGA LA PURGA...
    paraparaparapaaa la PURGA LA PURGA...>>

    Tiz

    RispondiElimina
  2. ahahahahahaaaaa... è vero! XD

    RispondiElimina
  3. Maddy questa è una cosa che Stefano fa sistematicamente! ahahahahahah :D cmq incorciamo le dita perchè pare che il tormentone della prossima estate sarà Bob Sinclaire che rifà una canzone della Raffa, quindi in italiano.

    AAAaaaaAAAAAaaa a far l'amore comincia tu

    RispondiElimina
  4. E speriamo! Almeno quest'anno evitiamo d'inventarci le parole... se lo facciamo pure con una canzone italiana sarebbe il colmo! XD

    RispondiElimina
  5. ahahahha oddio che ridere Madoka!!!!! e vogliamo parlare di "Babara Ann" dei Beach Boys??? diventa "ba ba ba babbaba ehhhhhh" XD

    RispondiElimina
  6. I Beach Boys sono uno dei miei gruppi preferiti, ed è una cosa straordinaria sapere che la metà delle canzoni che ascoltiamo in TV sono le loro e nessuno li conosce, o al massimo conoscono "ba ba ba babbaba ehhhhhh". XDDDDD

    RispondiElimina