7.20.2011

Autointervista letteraria

Gieck, nel suo blog si è fatto da solo un'intervista letteraria, mi è sembrata una bella idea, così la propongo anche a me stessa.

Come scegli i libri da leggere? Ti fai influenzare dalle recensioni?
Spesso prima di comprare un libro mi informo, non compro quasi mai ad occhi chiusi da diversi anni perchè spesso mi sono ritrovata tra le mani delle gran vaccate. Così uso internet e mi faccio recapitare a casa Il Libraio, mi informo per bene e poi decido.

Dove compri i libri, in libreria o online?
Rigorosamente in libreria! Uso il web solo per informarmi ma non acquisto mai online, non sarebbe la stessa cosa, piuttosto se non trovo quello che cerco lo ordino ma deve essere rigorosamente in libreria, ancora meglio se nelle mie quattro librerie di fiducia. Adoro poter toccare un libro e sentirne il profumo prima di acquistarlo.

Aspetti di finire la lettura di un libro prima di acquistarne un altro o hai una scorta?
Una scorta infinita! Ma questo è causato dal mio scarso intelletto, per paura di perdere un'edizione compro il libro ben sapendo d'averne a casa una pila da leggere prima di quello, poi ci sono compleanni e feste varie dove chiedo sempre a qualcuno di regalarmene uno, così la pila dei libri non ancora letti aumenta a dismisura. Ho libri che sono in lista di attesa da due anni, pensate un pò. Ricordo che un paio di Natali fa volevo talmente tanti libri che ne chiesi uno per ogni membro della mia famiglia (o quasi), il risultato fu che avevo la stanza talmente piena di libri che a momenti non mi ci potevo neanche muovere, alla fine sono riuscita a trovare un posticino tranquillo anche per loro.

Di solito quando leggi?
Ah, bella domanda, se avessi un pò di pudore rispondere semplicemente prima di andare a letto, ma visto che il pudore non è nel mio dizionario dico tranquillamente che leggo anche mentre sto seduta sul gabinetto.

Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro?
Assolutissimamente no. Le pagine non mi spaventano affatto, a meno che il libro non mi piaccia tanto da non riuscire a leggerolo, in quel caso diventano un vero problema.

Genere preferito?
Fantasy sicuramente, lo adoro, ma sto allargando i miei personali orizzonti verso nuove sponde. Detesto gli horror e i gialli perchè mi annoiano, alcuni rosa sono decenti ma generalmente li snobbo, la fantascienza mi piace parecchio soprattutto se umoristica. In generale un libro deve protarmi in un mondo lontano da quello che vivo tutti i giorni e più lontano mi porta più adoro il genere.

Autore preferito?
Tanti, troppi, uno tra tutti è sicuramente J.K. Rowling, ho adorato da sempre il suo metodo pulito e fresco di descrivere le scene e le sensazioni, non credo che nessun autore la superi in questo, ma ci sono tantissimi altri autori che sono riusciti a farmi sognare P. Pullman, U. Eco, K. Follet, J. Carey... . Ad esempio adoro Douglas Adams e Stefano Benni che sono tra gli autori che forse amo e stimo di più dopo la Rowling, perchè sono capaci di stravolgere, con il loro umorismo, il baricentro della tua vita, proiettandoti in una visuale del mondo che ti circonda completamente diverso e un pò folle.

Quando è iniziata la tua passione per la lettura?
Da bambina, avevo 10 anni quando ho letto il mio primo libro, era uno della serie Piccoli Brividi, ricordo ancora il nome, si chiamava Il Mistero della Caverna di Ghiaccio, credo che tutti quelli della mia generazione che oggi leggono debbano ringraziare Piccoli Brividi.

Presti i tuoi libri?
No, mai, manco morta! Sono gelosissima dei miei libri, li amo come fossero dei figli, se dovessi sceglierne uno tra tanti resterei impalata come un'imbecille senza sapere quale prendere. Li ho prestati solo a due persone nella mia vita ed erano anche i libri che amo di più al mondo, quelli più preziosi che ho con cui ho un attaccamento quasi viscerale, sono i libri di Harry Potter e i fortunati che hanno meritato la mia preziosa fiducia sono stati Tiz, il mio ragazzo e Bob, suo fratello.

Leggi un libro alla volta o riesci a leggerne diversi contemporaneamente?
E' raro che legga due libri contemporaneamente ma è capitato più di tre volte sicuramente negli ultimi tre anni... che io ricordi. Riesco a leggere però solo due libri per volta, non di più e lo faccio anche senza troppi problemi. Non lo faccio spesso perchè leggere due libri in contemporanea ti distoglie effettivamente dal complesso delle due storie, così cerco di evitare, ma se mi capita tra le mani un libro che non posso fare a meno di leggere e sul comodino ne ho già un altro, allora il sacrificio lo faccio.

I tuoi amici\familiari leggono?
Non molto a dire il vero. So che mia nonna scambiava i suoi libri con un vicino quando era bambina e c'era la guerra, ma io non l'ho mai vista leggere. Mia madre leggeva da ragazzina, così la nostra casa era piena di libri, è grazie a questo che ho cominciato a scoprire i misteri che racchiudevano, mi sono trascinata dietro mia sorella e in famiglia siamo quelle che leggono di più (anche se io la batto su tutti i fronti... e lei lo ammette senza problemi), ma in generale nessuno legge tanto. Una volta sola ho visto mio padre con un libro in mano e si trattava de Il Corsaro Nero di Emilio Salgari.

Quanto impieghi mediamente a leggere un libro?
Poco, anzi pochissimo se il libro mi piace, la mia media va dai due giorni elle due settimane. Se il libro non mi piace invece resta sul comodino mesi interi. Ad esempio adesso sto leggendo Le Fiabe dei fratelli Grimm e non riesco a terminarlo, è quasi un anno che cerco di finirlo invano, ma ormai sono agli sgoccioli, quando lo finirò ho deciso che darò una festa. Un altro libro che resterà indelebile nella mia memoria è quello de La Saga delle Streghe Mayfair di Anna Rice, lo odiato quel libro, tanto che ne avevo comprato il seguito e non l'ho mai neanche sfogliato, l'ho regalato a Patty che ama quella scrittrice perchè detestavo vederlo occupare un posto nella mia libreria.
Se un libro non mi piace non lo lascio a metà neanche se cascasse il mondo, l'ho cominciato e devo finirlo a tutti i costi anche se per terminarlo ci volessero anni e anche se dovessi odiarlo con tutta me stessa, ma devo terminarlo. Lasciare un libro a metà è per me una sconfitta personale.

Quando vedi qualcuno che legge (ad esempio nei mezzi pubblici) sbirci il titolo del libro?
Sempre! Non riesco a trattenermi, devo sapere se quella persona sta leggendo qualcosa che io ho già letto, o se si tratta di qualcosa che conosco oppure no, se ne ho sentito parlare, o semplicemente per vedere che tipo di gusti letterari hanno le altre persone. Spesso se becco qualcuno che legge qualcosa che ho già letto, ho la terrificante voglia di urlargi a squarciagola il finale e poi fuggire via sghignazzando.

Se tutti i libri al mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne uno soltanto, quale sarebbe?
Che bella domanda, è una cosa che mi chiedono spesso anche i miei amici. Come ho già detto non potrei farlo, li salverei tutti. Ho un attaccamento viscerale nei confronti dei libri che leggo, diventano una sorta di figli, se fossi costretta a sceglierne uno resterei impalata come un imbecille senza riuscire a farlo.

Perché ti piace leggere?
Perchè leggere mi aiuta a sognare e sognare è il pane della mia vita. Non saprei che fare se realizzassi di botto tutti i miei sogni nel cassetto, credo che mi sentirei svuotata della mia anima. 

Leggi libri in prestito o solo libri che possiedi?
Ho letto un paio di libri in prestito in tutta la mia vita e poi sono corsa il libreri a comprarmeli. Non sopporto che mi si prestino dei libri perchè poi dovrei restituirli e siccome ogni libro che leggo diventa una parte di me, mi fa sentire male darlo via. Così preferisco comprarli e leggerli senza chiedere nulla a nessuno. Tra l'altro uno dei miei sogni nel cassetto è avere una stanza della mia casa adibita a biblioteca e ogni libro che compro rappresenta un tassello al completamento di quel sogno. 

Quale libro non sei mai riuscito a finire?
Uno che ho comprato ad un mercatino del libro, non ricordo neanche il suo nome so solo che era horror e che mi colpì la copertina. Avrei preferito depennarlo dalla mia memoria ma è e sempre resterà la mia spina nel fianco.

Hai mai comprato libri solo per la copertina? Cosa ti colpisce delle copertine?
Si, una volta sola e si trattava proprio di quella maledetta spina nel fianco, l'unico libro che non sono mai riuscita a finire di leggere. Da allora non ho mai più comprato un libro per la sua copertina... anzi no, uno c'è e ora che ci penso questa cosa mi fa restare allibita, si tratta proprio di Harry Potter! I casi della vita...
Delle copertine amo i colori pastello... metti in copertina un bel colopre pastello e sicuramente attirerà la mia attenzione, se poi hanno delle rilegature particolari tipo il velluto o niente copertine avvolte da carte ma la semplice pelle, allora vado in brodo di giuggiole.

C’è una casa editrice che ami particolarmente e perché?
No, non amo nessuna casa editrice in particolare. Mi sentirei troppo razzista nel discriminare un libro per la sua casa editrice.

Porti i libri ovunque o li tieni al sicuro in casa?
Al sicuro a casa, assolutamente e anche lì, guai a chi li tocca! La mia famiglia lo sa ormai da anni che i miei libri non vanno quasi neanche osservati. Si vede che sono gelosa dei libri che compro, eh?

Qual è il libro che ti hanno regalato e che hai apprezzato maggiormente?
Ce ne sono davvero tanti, ogni anno me ne faccio regalare minimo quattro e li scelgo sempre io, vado su ordinazione, quindi tutti i libri che mi regalano mi colpiscono. 

Come scegli un libro da regalare?
Generalmente cerco di scegliere qualcosa che potrebbe piacere alla persona interessata, se poi non conosco i suoi gusti cerco sempre di mantenermi su libri leggeri e non troppo complicati, se poi è la persona ad essere complicata allora scelgo un altro regalo e abolisco i libri. Non tutti ne apprezzano la bellezza.

La tua libreria è ordinata secondo un criterio particolare?
Sfortunatamente non ho spazio per una vera e propria libreria, devo accontentarmi delle mensole sparse per la mia stanza, ma una cosa posso dirla per certo: ho la mensola dei miei libri preferiti e non importa se non so dove mettere gli altri e su quella mensola c'è spazio da farci entrare un elefante, non ci arrivano lì sopra se non li amo dal profondo.

Quando leggi un libro che ha delle note, le leggi o le salti?
Si che le leggo.

Leggi eventuali introduzioni, prefazioni postfazioni o le salti?
Io di un libro leggo tutto, introduzioni, prefazioni, biografie dell'autore, l'elenco dei capitoli, le dediche, il nome di chi ha ideato la copertina e addirittura leggo la parte in piccolo dove ci sono scritte le date dalla prima all'ultima stampa e le note della casa editrice.


2 commenti:

  1. *_* Abbiamo effettivamente molti gusti in comune primo tra tutti le copertine di pelle *_* Comunque molto carina quest'intervista sisi.

    RispondiElimina