7.14.2011

Harry Potter e i Doni della Morte rovinato dall'incompetenza e dalla maleducazione

Reduce da una terribile, terribile serata al cinema, finalmente ho ricordato come mai detestavo andarci.
Si, detesto le sale cinematografiche, soprattutto quando sono affollate, perchè ognuno si sente in diritto di fare come se fosse a casa propria, chiacchiera, fa rumore, si alza, si siede...
Ieri era la serata importante, quella dove avrei dovuto vedere l'ultimo film di Harry Potter. L'ultimo. Invece sono uscita dalla sala con un gran senso di frustrazione e rabbia. Mi sento derubata dei miei soldi, della mia pazienza e della mia educazione, ma quelli della sala cinematografica avranno il mio reclamo appena aprono i battenti. Chiederò un rimborso del biglietto, ma dubito che riuscirò ad ottenerlo, però un richiamo se lo beccano tutto.

Tutto comincia ieri pomeriggio quando decido di andare a prenotare i biglietti perchè di solito Harry Potter fa il pienone, poi era pure il primo giorno... 
Arrivo allo sportello e la signora mi fa: "Lo diamo solo in 3D, il biglietto costa 8,00 euro più 1,00 euro di occhialini. Li vuole gli occhialini?" che domanda stupida, come lo vedo un film 3D senza occhialini razza di imbecille! Ma non finisce qui: "Ah, signorina, lo spettacolo comincia alle 21:00". Guardo il cartellone. "Sul cartellone c'è scritto 21:30" faccio notare. "Oh si, abbiamo sbagliato a scriverlo". E me lo dici adesso che i biglietti li ho già presi? E se io a quell'ora non posso venire? Magari sono ancora in ufficio? Vabbè, lascio correre e vado via con biglietti e occhialini tra le dita febbrili. Mentre mi allontano penso che è un'ingiustizia bella e buona costringere un intero paese a vedere un film in 3D. A me il 3D non piace moltissimo, solo un film ho amato in 3D ed è stato Avatar. Gli occhialini li odio, mi danno fastidio. Avrei voluto vedere Harry con il metodo tradizionale, in 2D, ma non me ne hanno dato la possibilità. 
Ore 21:00 entrata nella sala cinematografica: io e Tiz cerchiamo i nostri posti e ci sediamo, nel frattempo arrivano un branco di sedicenni, forse erano più piccoli, non lo so, che si siedono in prima fila, accanto a me si accomoda una balena chiacchierona con il suo ragazzo e dietro di loro le amiche di lei. Durante la pubblicità quattro ragazzi che si erano incontrati lì per caso decidono che i loro posti non vanno bene e si accomodano alle poltrone di fianco a Tiz.
Il film comincia dopo quasi mezz'ora tra gli schiamazzi dei ragazzi sedicenni in prima fila, la balena chiacchierona non accenna a chiudere il becco. Intanto arrivano i proprietari delle poltrone accanto a Tiz e quelli che ne avevano preso possesso sono costretti ad alzarsi, tra il via vai delle 8 persone interessate e le chiacchiere mi perdo le prime scene del film. I ragazzi in prima fila continuano ad urlare come degli ossessi parolacce e commenti, tanto che gli spettatori in sala non fanno che cercare di zittirli, ma loro se ne fregano bellamente, anzi fanno ancora più chiasso. La balena chiacchierona al mio fianco sottolinea ogni battuta del film con un suo personale commento e spiega al fidanzato e alle amiche sedute dietro il perchè delle scene.
Non riesco a capire quello che succede nel film e comincio ad innervosirmi. Durante il secondo tempo si spera di vedere la maschera in sala che riprenda i ragazzi chiassosi, ma quella, nonostante il chiasso, non si fa vedere e nessuno accenna ad alzarsi dalle poltrone per andarla a chiamare perchè troppo presi nel comprendere qualche battuta del film, ad un certo punto, presa da un impeto di nervosismo, mi volto verso la mia vicina per chiederle di starsene zitta e da allora non apre, finalmente, più bocca.
Verso la fine del film spengono l'aria condizionata e comincia a far caldo, come sapete il caldo mi rende nervosa e gli occhialini mi davano ormai fastidio, avevo già accumulato un bel silos di nervosismo ma il picco cade verso le ultime scene, quando un uomo che dalla sua postazione urla esasperato ai ragazzi in prima fila: "Avete rotto i coglioni, state zitti!". 
Il film termina ed io non ho capito niente, sono nervosa, arrabbiata e delusa.
Questa mattina, a freddo, mi rendo conto d'essere dispiaciuta e amareggiata dalla maleducazione della gente del mio paese. Io amo il mio paese ma in certi momenti lo detesto, le persone qui non hanno rispetto di niente e nessuno ed io sono stufa marcia di tutto questo. Di solito sono sboccata e di parolacce ne dico a gogo, ma quando non ne dico c'è da preoccuparsi, vuol dire che ho raggiunto un livello di tristezza e depressione o disperazione, da record e che non riesco neanche ad avere parole acide per sfogarmi. Controllate l'intervento, non ne ho scritta neanche una.

Sto seriamente pensando di andare a rivederlo, ma i biglietti costano e non è che abbia tutti questi soldi da scialacquare, mi consola il fatto che almeno uscirà in DVD, e a costo di comprarlo originale io me lo rivedrò questo film, comodamente seduta al divano di casa mia con una bella ciotola di pop corn salati come dico io.

Che nervi ragazzi, che nervi! 
Vi prego, ho bisogno di consolazione. Consolatemi perchè altrimenti mi metto a piangere... e non scherzo. 

15 commenti:

  1. Povera Maddy!
    Ieri sera al cinema, quando il film è finito, una stupida ha detto: "Finalmente è finito, che liberazione!"
    Ho dovuto controllare l'impulso di andare là e prenderla a pugni. "Perché ci sei venuta allora!" ho sussurrato con amarezza. Certa gente non pensa che con queste parole possa ferire la gente :cry:

    RispondiElimina
  2. Io dico, se vogliono spender i loro soldi inutilmente perchè evidentemente li cacano i bigliettoni, perchè devono rovinare le cose agli altri? C'è davvero troppa maleducazione in giro, davvero troppa, comincio a stufarmi.

    RispondiElimina
  3. Hai perfettamente ragione Maddy ad incavolarti!
    Purtroppo non puoi farci niente, perché anche se vai lì e gli spacchi la faccia (uno a uno), non cambieranno certamente perché sono solo dei cazzoni che si credono fighi!
    Ho 16 anni e posso essere fiero dell'educazione che ho appreso dai miei genitori e fortunatamente mi tengo lontano da individui di questo tipo. Li ho sempre odiati e non sai quanti ne vedo, sopratutto a scuola! Gente senza alcun valore nella vita!

    RispondiElimina
  4. Maddina, più che di una consolazione avresti bisogno di una giratempo e di un bel lanciafiamme con molte ricariche di carburante ^^
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. Si, una Giratempo mi farebbe decisamente comodo. XD

    Om guarda, quella gente io la vedo un pò come un peso per la società mondiale. Che ci stanno a fare su Madre Terra senza passioni, obiettivi, sentimenti? Sono delle merde, ecco cosa sono. Mi fanno schifo!

    RispondiElimina
  6. Povera mad. A me è successa la stessa cosa con la prima parte. Ai ragazzini davanti a me che non se ne stavano zitti gli ho urlato "smettetela di rompere i c...." ovviamente in dialetto e più sboccata. Se ho perso la pazienza significa che veramente avevano rotto.
    Dovevi andare durante la pausa a chiamare il servizio di protezione babbana che ti tenevano ferma prima che finissi per strozzare la "zia marge" dei poveri e i maledetti ragazzini di fronte. Mi dispiace che tu non sia riuscita a vederlo decentemente ma spero con tutto il cuore che tu riesca a rivederlo in qualche modo. Specialmente per una fan di Harry Potter come te. Ma a volte mi chiedo: <>
    Bè ho finito di sparare porcherie :) che razza di storie ù.ù . Saluti saluti da incanta :)

    RispondiElimina
  7. Maddy ricordati che siamo il popolo che va sull'aereo e applaude il pilota quando porta a terra il veivolo, credo che se fossero svegli farebbero un applauso anche ai medici che li stanno operando. Quando c'è stato il bacio tra Ron e Hermione sono partiti gli applausi, quando Bellatrix è morta altri applausi. Siamo un paese di cafoni dove tutti credono di essere sempre a casa loro anzi no in un posto di nessuno dato che dubito grandemente che a casa loro lascino sul tavolo carte, piatti o bicchieri dopo aver mangiato oppure si mettano ad applaudire mentre guardano un film solo perchè due si tirano un limone U_U

    PS: sono Jack ma non so come si faccia a mettere il proprio nome prima del commento XD

    RispondiElimina
  8. Io non sono un abituè del cinema, però quelle volte che ci vado cerco di vedere gli ultimi spettacoli della giornata, proprio per evitare queste fastidiose presenze...visto però che sta volta si parla di un film come HP sarà impossibile trovare uno spettacolo semivuoto. A pensarci bene non so nemmeno se troverò un posto nelle prossime due settimane (:
    Condivido anche la parte riguardante il 3D : ovviamente in un paese dove c'è un solo cinema egemone è nei loro interessi rifilarti il 3D senza alternative. Io piuttosto di vederlo in 3D mi piglio la panda e me lo vado a vedere altrove, a costo di farmi 40 minuti di macchina.
    Maddy troverai il modo di vederti il film in santa pace, senza scassatori;
    la prossima volta però non dimenticarti la bacchetta a casa, potrebbe rivelarsi utile (;

    Eleanor

    RispondiElimina
  9. Dunque a me è andata abbastanza bene. Tuttavia io e la Jey siamo ancora qui a domandarci che diavolo c'entrava un pezzo della colonna sonora di Indiana Jones, mentre il trio era in cima al pianerottolo di Villa Conchiglia a confabulare! Praticamente non s'è sentito una ceppa.
    Per il resto tutto ok... a parte il cugino (10 anni) della Jey che ridacchiava quando noi due frignavamo. U_________U

    RispondiElimina
  10. Grazie ragazzi, mi avete tirato su il morale.
    Comunque si, siamo un popolo di cafoni maleducati. Che schifo!

    RispondiElimina
  11. Ciao Maddy, hai ragione anche da noi c'era una balena accanto che non smetteva di pomiciare col zito e più in là dei tipi che parlottavano. Mentre all'inizio del film, per fortuna durante la pubblicità iniziale, dei tipi si erano sedui più in alto e i proprietari dei posi si sono lamentati con l'addetto del cinema. Per il resto è andato tutto liscio per fortuna. Ti consiglio di rivedere il film con più calma, credo ne sarai contenta ^^

    RispondiElimina
  12. "A costo di comprarlo originale"
    LOL.
    :*

    RispondiElimina
  13. Ovvio Dimitri, io non ho DVD originali, costano troppo per le mie tasche. Se abbassano i prezzi sarò ben lieta di comprare sia i DVD che i CD. Non so perchè alcuni artisti riescono a mettere in vendita i propri album a 8,00 fottutissimi euro, mentre certi imbecilli li fanno arrivare addirittura a 30,00. La differenza è notevole e non intendo regalare i miei soldi se non a me stessa. Poi si lagnano della pirateria, ma 'cazzo si aspettano? Che gli mettiamo il culo in faccia e ci facciamo chiamare troie? Tsk!

    RispondiElimina
  14. Maddi, è che non sai come muoverti o alla fine non te ne importa più di tanto. Tra e-shops e mercatini dell'usato si può acquistare veramente a due lire. ;) Non c'è bisogno di farsi prendere per la gola dagli editori.

    RispondiElimina
  15. In realtà non mi importa tantissimo, alla fine la roba che mi interessa me la scarico e stop. Non mi è mai importato d'avere CD o DVD origilani, ma in definitiva, giusto per curiosità, che sono gli e-shops?

    RispondiElimina