12.16.2012

La nostra nave


Tra i tanti progetti che ho da terminare ho deciso di snellire il mio blog. E’ troppo pieno nella barra laterale, sembra troppo incasinata e intanto che penso a come sistemarla vi racconto una cosa che ho capito dopo sette mesi di lavoro in un call center, che prende telefonate da tutta la nazione e scruta nelle tasche di tutti.

Di differenze tra nord e sud Italia, inutile negarlo, ci sono, ci sono nella cucina, nel dialetto e nelle tradizioni, ma quando guardi nel portafogli della gente ti rendi conto che tutte le differenze, tutti i luoghi comuni, tutto ciò che sembra diverso, decade improvvisamente. “Siamo tutti sulla stessa barca” si dice, e lo siamo davvero, pertanto dovremmo imparare a remare tutti allo stesso ritmo e non credo potremo mai riuscirci avendo come porta tempo dei politici scoordinati.
C’è una cosa però che salta subito all’attenzione di chi ha la possibilità di confrontare e di ascoltare le situazioni: il sud è effettivamente più lascivo, spesso più cafone e più grezzo nella sostanza, il nord invece è più puntiglioso e attento, ma ha la grande pecca di essere credulona, aspetto che se posto a confronto della superficialità del sud mette gli italiani tutti allo stesso livello.
Una persona di età media del nord crede a quello che si dice in televisione e sui giornali come se sputassero parole fatte d’oro. Cadono come pere cotte di fronte ad ogni pubblicità, ogni programma di critica, ad ogni notizia passata al telegiornale.
Una persona di età media del sud non caga la televisione di striscio, guarda la pubblicità e ridacchia in senso ironico deridendo il miracolo di prodotto pubblicizzato, non crederebbe neanche a sua madre se gli dicesse che sta per cadere dalla sedia, in compenso si fa le regole da se lasciando cadere il proprio paese nell’anarchia più totale.
Luogo comune da sfatare assolutamente è il fatto che al sud viva solo gente bigotta, isolata in piccoli paeselli dove non arriva ancora la linea telefonica. ERRORE!
La maggior parte degli abitanti del nord non ha ancora la linea del gas e usa la vecchia bombola ormai dimenticata da decenni giù al meridione.
Luogo comune da sfatare assolutamente è il fatto che al nord viva solo gente arrogante, presuntuosa e semibenestante che non accetta di fare lavori umili. ERRORE!
La maggior parte degli abitanti del nord è composta da persone semplici che cercano si sopravvivere alla vita come tutti.
Una delle differenze che ho notato, inoltre, è che mentre l’abitante del sud cerca di farsi le regole per conto proprio e farsi calzare a pennello le leggi, tentando di intimorire i propri avversari citando un presunto avvocato che poi non chiamerà mai per paura di pagare una parcella troppo alta, al nord la gente è più “lagnosa”, è terribilmente petulante quando ha un problema, non reagisce affatto, non affronta i problemi, non ci prova, è come se pensasse che ci sia sempre una legge, un decreto, una cosa a cui appellarsi che possa interessarsi al suo posto e quando questo non accade, bè, piagnucolano anelando aiuto in ogni dove.
La cosa più brutta del sud è l’omertà. L’omertà che nasce dal terrore di avere ripercussioni.
La cosa più brutta del nord è la saccenza. La saccenza che tenta di sottomettere gli altri per paura di essere a propria volta sottomessi.
La cosa più bella del nord è l’educazione e la cordialità.
La cosa più bella del sud è il calore e l’accoglienza.
La cosa che il sud dovrebbe migliorare è il suo grado di istruzione complessivo. C’è ancora troppa gente che fa fatica a parlare un italiano corretto.
La cosa che il nord dovrebbe migliorare è l’umiltà ed il rispetto verso il prossimo. C’è davvero troppa gente che cerca di umiliare gratuitamente chi si trova di fronte.
La cosa che il nord non ha ancora capito è che deve piantarla di credere di sapere tutto e poi finire per farsi infinocchiare come un pollo alla prima promessa di risparmio che gli si offre.
La cosa che il sud non ha ancora capito è che il mondo non passa il suo tempo a pensare come fregarlo.

In definitiva di differenze tra nord e sud non ce ne sono, perché ognuno ha paura delle stesse cose ma le affronta in modo diverso. Sapete come si regge a galla una nave? La forza del mare spinge la carena verso l’alto, essendo però la carena di forma ovale crea due spinte uguali e contrastanti che si annullano facendola galleggiare e più la nave è pesante più la spinta dal basso è forte e stabile. Bè, se solo i difetti degli italiani si scontrassero e annullassero a vicenda, la nostra nave galleggerebbe addirittura meglio della nave America o Germania. Il problema è che i progettisti che l’hanno creata ‘sta benedetta carena, l’hanno progettata male: un lato è diverso dall’altro ed invece di coordinare dei lavori per rendere i due lati speculari, coordinano due cantieri che contribuiscono a renderla ancora più diversa.



E dico un’altra cosa e poi chiudo: vi prego, vi prego, vi prego, piantatela di aprire la porta agli agenti porta a porta e di fargli vedere pure la bolletta! Si urla alla truffa un giorno si ed uno pure e voi che fate? Aprite? Allora ditelo che volete essere fregati! E soprattutto, cosa importantissima, non vi permettete a trattare male gli agenti porta a porta, perché loro sanno dove guardare sul contatore per trovare il codice che gli serve. Piuttosto fingete di non essere in casa. Ma vi devo davvero spiegare tutto?

Nessun commento:

Posta un commento