12.30.2012

Odiare il Natale? No, grazie!

Tutti odiano il Natale ed il Capodanno, mi domando perchè.
Tutti noi adolescenti nati negli anni '80 abbiamo odiato il Natale ed il Capodanno per motivi palesemente adolescenziali, ma mentre alcuni sono andati avanti, ne hanno appreso il significato e l'essenza e hanno capito che poi non erano così male, alcuni sono rimasti radicati al vecchio pensiero, dando origine ad una moda etica che, lo ammetto mi sconcerta, ha toccato molte altre generazioni, generalmente quelle più anziane.
Si, odiare queste feste ormai è una moda innegabile. Blog, giornali, televisioni, radio, tutto parla di quanto siano odiose.


Indipendente dal significato e dal valore intrinseco di queste feste, che spulciandovi un pò internet e tornando agli albori delle feste pagane romane, potrete facilmente capirne la vera derivazione che ha ben poco a che fare con la Chiesa e il Cristianesimo (come credo sappiamo tutti la Chiesa, per abolire il paganesimo, adottò alcune feste in vigore facendole proprie e spostandone di pochi giorni le date per diversificarle), tralasciando tutto ciò mi domando: il Natale ed il Capodanno sono le uniche vere feste, oltre la Pasqua, da passare in famiglia. Perchè odiarle?


Nella società di oggi, a differenza di quelle dei nostri nonni o genitori, vige la regola straordinaria del "meno stiamo insieme, meglio stiamo". Questo porta alle scissioni delle famiglie e meno si sta insieme più ci si odia, è un dato di fatto. Ma perchè odiare le proprie famiglie? Perchè è una moda anch'essa? Io non lo so, so soltanto che i momenti più belli della mia vita sono quelli trascorsi con gli zii, con i cugini e con i nonni (funerali compresi!).
Io non chiedo mai nulla ai miei lettori, questa volta però un favore dovete farmelo: stando alla regola n.1 del post precedente, trascorrete il Capodanno a casa, con la famiglia. Pensate a divertirvi e a ridere, non pensate a quanto siano antipatici i vostri parenti perchè in realtà non lo sono, siamo noi stessi a renderli tali hai nostri occhi (ovvio che la cosa è reciproca), ma dipende dal fatto che ci si vede pochissimo e quel poco tempo che si passa insieme lo si detesta. Rendete la cosa piacevole e vedrete che comincerete ad amare il Natale.
Cerchiamo di salvare quell'unione famigliare ormai perduta, perchè gli amici sono importanti ma la famiglia è quella che ti appoggia, che ti ama, che ti sarà sempre accanto qualunque cosa accada, che tu lo voglia o no. Amate le vostre famiglie, amate la vostra terra e amate la vostra patria (mi sento Mussolini, ahahah!).



FELICE ANNO NUOVO!

6 commenti:

  1. Ciao.
    Mi hai fatto pensare a come spesso siamo alla ricerca di supremi ed improbabili momenti autentici, quando forse le esperienze più vere stanno tra quelle apparentemente banali, le più quotidiane.

    RispondiElimina
  2. E quanto le diamo per scontate! Poi viene a mancare una persona e ci facciamo prendere dai rimorsi. Approfittiamo dei momenti che ci sono concessi!
    :)

    RispondiElimina
  3. Concordo pienamente con quello che dici! La famiglia è un pilastro fondamentale nella vita! Auguroni di buon anno!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricambio fortemente gli auguri! :)

      Elimina
  4. Infatti il natale dovrebbe festeggiarsi andando a messa e basta, Gesù era povero in canna, altro che cenoni e lussi, e capodanno dovrebbe essere abolito,non vedo il motivo di festeggiare un ulteriore passo in più verso la bara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo credo che tu non abbia afferrato il senso del mio intervento. Ti invito a rileggerlo.

      Elimina