2.25.2013

Alla fine...

E alla fine sono andata a votare con le idee chiare dopo tanta confusione.
Forse non sarà il voto che cambierà la storia dell'Italia e probabilmente più della metà degli italiani non condividerà con me il voto che ho dato, ma io sono più che soddisfatta.
Non ho votato ad occhi chiusi dando credito solo alla TV e ai comizi, mi sono documentata, ho letto tutti i programmi proposti, mi sono informata su tutte le alleanze e ho letto le biografie dei leader. Insomma mi sono documentata per bene e alla fine ho votato chi credevo fosse più in sintonia con il mio pensiero di politica, esercitando il mio diritto/dovere di parola che tante donne in passato hanno lottato per farmi avere.
Non posso far altro che sperare in un futuro migliore, chiunque sarà il prossimo premier.


4 commenti:

  1. Hai fatto una cosa sensata, fosse solo per non esserti fossilizzata.
    Non credo di poter accontentare amici e parenti con un solo voto, anzi, so per certo che il mio è in forte discordanza con i miei "conservatori genitori progressisti"! ^^
    (So che sono appena andata aggettivamente in discordanza, ma è questo che loro sono.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono sempre del parere che se devi fare una cosa la devi pensare con il tuo cervello, non devi dar credito a ciò che pensano gli altri. Molti mi hanno data per matta a farmi tutta quella ricerca, probabilmente perchè loro hanno votato il più favorito senza starci troppo a pensare, cadendo nei luoghi comuni imposti da città, regioni e compaesani. Questo è un comportamento che non condivido affatto... sopratutto se ci va di mezzo il bene comune. Il voto di questi giorni non è il voto di Madoka o di Nowa, è il voto per l'Italia e dobbiamo vederla per una collettività numerosa che esige e merita un futuro migliore, non solo per noi stessi. Perciò votare è importante e bisogna capire bene quello che si fa.
      E questo è un discorso che si applica al diritto/dovere di voto così come in tanti altri aspetti della nostra vita. Bisogna pensare da soli!

      Elimina
  2. Io sono già pronto ad emigrare in ogni caso XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahaha! Se nei prossimi 5 anni le cose non migliorano o si arriva ad una rivolta popolare o ritorneremo all'emigrazione di massa... dopotutto siamo tornati alla crisi del dopoguerra e come la risolsero allora? Facendo in modo che gli italiani emigrassero. E secondo te alla fine cosa accadrà? Io un'idea me la sono fatta. :)

      Elimina