4.17.2013

Gente che mi lascia perplessa


Dove lavoro c’è una collega che credo mi odi. Non so perché, so solo che spesso l’ho beccata a parlar male di me con le sue amiche più strette. Non mi sembra d’averle mai fatto nulla di male, generalmente sono un tipo riservato a lavoro: vado, lavoro, cerco di fare del mio meglio, faccio due chiacchiere con i colleghi e poi torno a casa, alla mia vita. Non ho ancora capito perché da parte sua ci sia questo astio e francamente neanche m’interessa eh! Non è che mi sto a fare delle seghe mentali, ne mi prendo la briga di risponderle per le rime quando la sento, o di dire in giro ciò che dice di me (ma credo sparli un po’ di tutte le colleghe), semplicemente mi domando perché lo faccia.
Ho notato che è una di quelle persone che vogliono sempre stare al centro dell’attenzione, ricordo che una volta una delle colleghe portò a lavoro un dolce, così, senza nessun motivo particolare, il giorno dopo anche lei ne portò uno, e poi ho notato che cerca di vestirsi in modo fashion, con abiti ricercati e costosi, ma il più delle volte la si vede girovagare con un’accozzaglia indistinta di roba, per non parlare del fatto che sta sempre a sindacare su quello che fanno gli altri e non parlo di quelli degli altri team, lo fa anche con noi, i colleghi del suo stesso team, perché poi prova un incommensurabile piacere nel “denunciarli” ai team leader.
Come sapete non sono una persona che giudica, non sono il Padre Eterno ne mi sento di volerlo essere, ma a questo punto, gente come lei, mi viene da pensare che o non ha null’altro a cui pensare tutto il giorno, quindi si fa i fatti degli altri, oppure trova la sua vita frivola e scialba di eventi e cerca il brio nelle vite altrui. Secondo me la ragione sta in entrambi i casi ed io gente di quella risma, davvero, non la sopporto. Cercherò di tenerla lontana, con moderata educazione, quanto più mi sia possibile. So già che lei noterà la cosa e non farà che sparlarne, ma a me della sua superbia non me ne frega una pippa e parlare male di me è come parlar male di un muro di gomma. Non darò più a nessuno la soddisfazione di vedermi dar di matto o di rispondere a tono, la vita insegna dopotutto e in 26 anni ho capito che non serve farlo se non a roderti il fegato, lascio che se lo roda da sola, resta il fatto che gente come questa rovina anche i climi più amabili e lo fa per un’insoddisfazione personale. Che gente da ricovero! Resto sempre più perplessa.


Ma dico io, care donne insoddisfatte e viziate, ma una forchettata di fatti vostri non ve la sapete fare?
Aaah, mi manca lavorare con i maschi!

12 commenti:

  1. mia cara maddy, purtroppo in ogni ambiente di lavoro (ma anche nella cerchia di amicizie) capita di incontrare gente così e come dici tu bisogna solo ignorarle. Sparleranno sempre, ma prima o poi si stuferanno perchè nessuno le starà più a sentire e darà loro bado...e sopratutto perchè non sapranno più cosa dire. Quando avranno finalmente un po' di ca**i loro a cui pensare passerà la voglia. Io dico sempre "Se parlano di me vuol dire sono importante per stare al centro dei loro pensieri" :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda è una delle cose che ho pensato anche io. Se ha tanto da sparlare di me allora vuol dire che il mio modo di essere le da proprio fastidio, io però mi faccio gli affari miei e vivo per me e per i miei cari. Questo vuol dire che magari è "invidiosa" della semplicità degli altri visto che lei è così complessa. XD

      Comunque grazie per l'incoraggiamento. Effettivamente di gente così se ne trovano a vagonate in giro, basta fregarsene.

      Elimina
  2. E' vero: se senti in giro, molti/e trovano che sia più sereno un ambiente di lavoro maschile.
    Oltre che una forchettata, comunque, se ne può fare anche una padellata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli ambienti di lavoro maschili sono più salubri e meno "vischiosi". Insomma le donne hanno l'abitudine di parlare alle spalle, lanciare frecciatine, far sapere le cose tramite gli altri... gli uomini sono più schietti, te lo dicono in faccia se hanno un problema e si levano subito la spina dai denti. Dopi 11 anni di ambienti con soli uomini ne sento davvero la mancanza.

      Elimina
  3. Cara Madoka, io conosco una persona anche peggio di questa... e quindi basandosi su questa conoscenza ti posso dire che queste persone di solito vogliono primeggiare e sono disposte a tutto pur di piacere di essere le "cocche". Sono false ed egoiste. Io le disprezzo. L'indifferenza è la strategia migliore, ignorarla è la tua arma, guardala dall'alto in basso. Tu sei la n.1 fregatene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo consiglio è d'oro Chiara e l'inquadratura che hai fatto del carattere della collega in questione le calza davvero a pennello.
      Ma che senso ha la vita di questa gente?

      Elimina
  4. può essere. in fin dei conti queste persone sono quelle più insicure di sè stesse, quelle che invidiano agli altri cose che loro non hanno. se una persona cercasse di vivere la propria vita, le proprie passioni, le proprie emozioni, non andrebbe a mettere il naso in quelle degli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e soprattutto non ne sarebbe invidioso... -___-

      Elimina
  5. ti capisco moltissimo... e credo che il tuo atteggiamento superiore ed educato alla lunga ti ripagherà, vedrai...
    :)
    emme

    RispondiElimina
  6. ma anche una cassapanca di affari propri! XD comunque non dimenticare che esistono persone che sparlano anche solo per il puro gusto di seminare zizzania, se possibile queste sono le peggiori di tutte...

    RispondiElimina