10.18.2014

Orizzonte


Ultimamente sono molto impegnata, tanto impegnata da non riuscire più neanche ad aggiornare il blog come vorrei. Faccio due lavori in contemporanea che non mi permettono comunque di portare uno stipendio decente a casa, ma spero che insistendo e con pazienza e costanza, le cose cambieranno in positivo. Come si dice, la speranza è l'ultima a morire, anche se io preferirei vivere delle mie parole, ma il mio presente non è ancora pronto a permettermelo.
Più sono impegnata, più sono sotto stress, più il mio cuore veleggia verso nuovi orizzonti.
Il mio libro ormai è quasi pronto, manca solo la copertina ed io non vedo l'ora di avere la mia copia, il tempo dell'attesa è ormai quasi finito. Attualmente intanto sto revisionando un vecchio racconto che intendo far valutare seriamente e non appena avrò terminato comincerò a lavorare ad un nuovo scritto, su cui non vedo l'ora di mettere mano dato che l'ho praticamente sognato in tutti i suoi dettagli, non mi resta che metterlo nero su bianco. Ma non è il mio unico progetto, come due lugubri ombre all'orizzonte ci sono altre due storie che vorrei buttare giù. Ho tutto appuntato sulla mia fedele agenda, non mi lascerò sfuggire nulla. Adoro poter mettere su un foglio di carta quello che il mio cuore e la mia mente suggeriscono. Quando cuore e mente si uniscono nasce un'emozione e lo scopo di un racconto, secondo me, è proprio quello di trasmettere un'emozione, ed io so farlo solo se lo metto nero su bianco.

Nessun commento:

Posta un commento